immagine bg interna

Von einer Arthrose in Hüfte oder auch Hüftgelenksarthrose spricht man, wenn das Hüftgelenk durch Abnutzung geschädigt oder zerstört ist.

Sie ist die häufigste Arthrose Form beim Menschen überhaupt. Neben diesem „normalen Hüftgelenksverschleiß“ ohne erkennbaren Auslöser gibt es verschiedenen Ursachen, die zu einer frühzeitigen Arthrose in Hüfte führen wie z.B. Übergewicht, Vorverletzungen, Vorerkrankungen oder eben altersbedingter Verschleiß. Entstehung einer Arthrose in Hüfte Meistens liegt ein Verschleiß oder ein Knorpelschaden anfangs zu Grunde und pastiglie per dimagrire. Im Laufe der Zeit kommt es dann an den Stellen wo die größte Druckbelastung auftritt, zu einer Freilegung der Knochenfläche. Die Knorpelschicht wird im Laufe der Zeit abgerieben und von Mal zu Mal dünner.

Sobald der Knochen an einer Stelle freigelegt ist, versucht er dem Schaden mit einer Verdichtung entgegenzutreten. Dadurch wird es aber noch schlimmer, das Gelenk verformt sich. Einmal beschädigt verbreitert sich die beschädigte Stelle schneller. Es kommt immer mehr zu Gelenkschmerzen, zu einer Einschränkung der Beweglichkeit. Das Gelenk wird steifer pastiglie per dimagrire.

Risultati della ricerca per: Risparmio energetico

Oggi (12 maggio) si è tenuto a Palazzo Leopardi il meeting internazionale per il lancio del progetto europeo coordinato da Svim – agenzia per lo sviluppo della Regione Marche e finanziato dall’Unione Europea. L’obiettivo, migliorare l’efficientamento e la sostenibilità dei piani energetici locali. Numerosi Comuni marchigiani tra i beneficiari dell’iniziativa.


Aiutare le autorità locali nell’individuazione e nell’implementazione di nuove strategie volte a migliorare l’efficientamento dei propri piani energetici muovendosi nella direzione del risparmio, delle fonti rinnovabili e dello sviluppo sostenibile. Questo l’ambizioso obiettivo del progetto europeo Empowering, vincitore di un bando Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione e che vede in veste di coordinatore Svim, l’agenzia per lo sviluppo della Regione Marche, che ha preso il via ad Ancona con un incontro a cui hanno preso parte tutti i partner internazionali coinvolti.
Il meeting è stato aperto dai saluti del presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi e dell’Assessore all’Ambiente della Regione Marche Angelo Sciapichetti, che nel corso del suo intervento ha voluto rimarcare come «la nostra regione abbia intrapreso con convinzione da tempo la strada di uno sviluppo energetico sostenibile, e il lancio oggi di questo importante progetto ne è la riprova. L’Unione Europea ha messo questo tema in cima alla sua agenda, mettendo il suo sostegno economico a disposizione delle autorità locali: occorre dunque essere ricettivi e farsi trovare pronti, e per fare questo è di fondamentale importanza il contributo portato da Svim, data la sua competenza ed esperienza acquisite nel campo dell’europrogettazizone».
Nato dall’esperienza pluriennale maturata nell’ambito del partenariato tra le regioni europee coinvolte nello sviluppo di politiche energetiche sostenibili e nel sostegno alle municipalità nella stesura di piani energetici locali, il progetto Empowering vede collaborare al suo interno realtà provenienti da ben sette paesi europei: Spagna, Romania, Svezia, Croazia, Ungheria, Grecia e Italia, rappresentata proprio dalle Marche, a cui sono stati destinati circa 350mila euro dei 1,5 milioni di fondi messi a disposizione dall’Unione Europea. Beneficiari diretti del progetto saranno i numerosi Comuni marchigiani che hanno aderito, o che si apprestano a farlo, all’iniziativa del Patto dei Sindaci per il clima e l’energia promossa da Bruxelles.
Empowering, che si concluderà nel 2019, porta dunque avanti il cammino già intrapreso da Svim con il programma City Sec, incentrato sulla riduzione delle emissioni di CO2 e sul risparmio energetico, che ha dato luogo nelle Marche ad una comunità virtuosa di cui fanno parte 68 Comuni per un totale di oltre 800mila abitanti.

Pubblicato in Notizie

Progetto Alterenergy - Le piccole e medie imprese adriatiche impegnate nei settori del risparmio energetico e delle energie rinnovabili (RES e RUE) in un nuovo percorso di internazionalizzazione.

Svim – Sviluppo Marche Spa - e una delegazione espressa da Confindustria Marche e costituita da 7 aziende marchigiane del settore Energie Rinnovabili, in collaborazione con il partenariato del progetto, hanno partecipato alla fiera "RENEXPO® Balcani occidentali" (Beograd, BelExpocentar, 22 e 23 aprile 2015).

La manifestazione ha prodotto più di 40 tavoli bilaterali tra le imprese e gli investitori per un totale di circa 200 BtoB, con il coinvolgimento di 60 PMI provenienti da Italia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia e Slovenia. L'iniziativa ha offerto la possibilità di definire una vera e propria catena di piccole e medie imprese del settore in Adriatico, attraverso la conoscenza reciproca e lo sviluppo di potenziali partnership, reti commerciali e opportunità di business tra i vari soggetti.

L’iniziativa volta a migliorare la conoscenza dei territori e il potenziale del mercato consente di tracciare le basi per le prospettive future in ottica di opportunità di investimento, collaborazioni e trasferimento tecnologico a livello transnazionale con benefici economici e occupazionali concreti.

La natura sperimentale adottata dalla partnership del Progetto Strategico offre un interessante scenario del mercato dell'energia nell'area adriatica. Le oltre 100 aziende selezionate dal partenariato ALTERENERGY si incontreranno nuovamente a fine giugno 2015, questa volta in Puglia e in un contesto sempre più innovativo per lo scambio delle best practices.

 


Alterenergy Project - Small and medium Adriatic enterprises, engaged in the sectors of energy saving and renewable energy (RES and RUE), meet and set up a system which is leading to a new path of internationalization.

Svim – the Regional Development Agency of Marche Region – and a group of 7 RES and RUE enterprises from Marche, expressed with the partnership of  Confindustria Marche, participated to the International fair RENEXPO® Western Balcans (Beograd, BelExpocentar, 22 - 23 April 2015).

During the event have been more than 40 joint business bilateral tables between enterprises and investors for a total of about 200 BtoB, with the involvement of 60 PMIs from Italy, Albania, Bosnia and Herzegovina, Croatia, Greece, Montenegro, Serbia and Slovenia. The initiative provides for the definition of a real chain of small and medium sector firms in the Adriatic, with tangible economic and employment benefits.

The initiative aimed at improving the mutual knowledge of the involved territories and pave the way for investment opportunities, partnership and technology transfer, provided aside the Business to Business meetings held during the event.

The experimental nature adopted by the  Strategic Project Partnership looks ahead, then, and already provides an interesting scenario of the energy market in the Adriatic area. The more than 100 companies selected by the ALTERENERGY partnership will meet again in late June 2015, this time in Apulia and in an increasingly innovative context for the exchange of best practices.

Pubblicato in Notizie

Il Progetto Strategico ALTERENERGY - grazie ad un partenariato di 18 organizzazioni, regioni, ministeri e agenzie per l'energia appartenenti a tutti i paesi dell'area adriatica - farà parte della fiera "RENEXPO® Balcani occidentali" (Beograd, BelExpocentar, 22 e 23 aprile 2015), il più importante evento sulle rinnovabili in Serbia per gli investitori, decisori, rappresentanti dei ministeri e le autorità comunali, così come gli imprenditori provenienti da settori delle energie rinnovabili.


Svim – Sviluppo Marche Spa - e una delegazione espressa da Confindustria Marche e costituita da 7 aziende marchigiane del settore Energie Rinnovabili, parteciperà all'evento fieristico e alla "focus session" "Il contesto Adriatico per l'internazionalizzazione delle PMI nel settore RES e RUE" (h 10.00 -. 12.00), in rappresentanza delle Marche e in collaborazione con il partenariato del progetto, il Ministero serbo delle Attività estrattive e dell'Energia e il sostegno della Camera di Commercio di Bari e il Dipartimento Internazionalizzazione della Regione Puglia.


A seguito della "focus session" le imprese e gli investitori del settore, provenienti da tutta l'area adriatica, avranno l'opportunità di incontrarsi e dialogare nell'ambito di una BtoB session in cui circa 100 imprese coinvolte potranno accrescere il loro potenziale di internazionalizzazione nei settori dell'energia e l'efficienza energetica e rinnovabili per replicare l'esperienza a Bari ( Regione Puglia, tra maggio e giugno 2015) in occasione di altri incontri dedicati BtoB.


Le due sessioni di incontri BtoB, in programma in Serbia e in Puglia, mirano a sviluppare un mercato Adriatico di tecnologie, prodotti e servizi per il settore RES / RUE, coinvolgendo le piccole e medie imprese provenienti dai seguenti Paesi: Italia (Abruzzo, Emilia Romagna , Marche, Molise, Puglia, Veneto Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia), Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia, Slovenia. L'ambizione è quella di creare "gruppi energetici dell'Adriatico", sostenendo in tal modo un buon ritorno in termini di economia e occupazione.


Durante RENEXPO, sarà presente anche uno stand ALTERENERGY, punto in cui i partner del progetto presenteranno la comunità adriatica delle energie rinnovabili creata nell'ambito del Progetto Strategico - finanziato dal programma Transfrontaliero Adriatico IPA per il periodo 2007-2013
Con 12,5 milioni di budget complessivo di Euro, il Progetto Strategico ALTERENERGY mira a contribuire agli obiettivi dell'Unione europea in materia di clima ed energia "20-20-20", attraverso la promozione dell'energia sostenibile nei piccoli comuni dell'Adriatico, migliorando la loro capacità di pianificare e gestire azioni integrate di risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 23 Ottobre 2014 00:00

Alterenergy

Il progetto ALTERENERGY  contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di politica energetica europei promuovendo lo sviluppo di una comunità Adriatica sostenibile.

Cerca Progetti