immagine bg interna

Von einer Arthrose in Hüfte oder auch Hüftgelenksarthrose spricht man, wenn das Hüftgelenk durch Abnutzung geschädigt oder zerstört ist.

Sie ist die häufigste Arthrose Form beim Menschen überhaupt. Neben diesem „normalen Hüftgelenksverschleiß“ ohne erkennbaren Auslöser gibt es verschiedenen Ursachen, die zu einer frühzeitigen Arthrose in Hüfte führen wie z.B. Übergewicht, Vorverletzungen, Vorerkrankungen oder eben altersbedingter Verschleiß. Entstehung einer Arthrose in Hüfte Meistens liegt ein Verschleiß oder ein Knorpelschaden anfangs zu Grunde und pastiglie per dimagrire. Im Laufe der Zeit kommt es dann an den Stellen wo die größte Druckbelastung auftritt, zu einer Freilegung der Knochenfläche. Die Knorpelschicht wird im Laufe der Zeit abgerieben und von Mal zu Mal dünner.

Sobald der Knochen an einer Stelle freigelegt ist, versucht er dem Schaden mit einer Verdichtung entgegenzutreten. Dadurch wird es aber noch schlimmer, das Gelenk verformt sich. Einmal beschädigt verbreitert sich die beschädigte Stelle schneller. Es kommt immer mehr zu Gelenkschmerzen, zu einer Einschränkung der Beweglichkeit. Das Gelenk wird steifer.

Risultati della ricerca per: Patto dei Sindaci

SVIM, Regione e i Comuni del Local Energy Board delle Marche si sono incontrati il 14 marzo ad Ancona per discutere quali siano le principali sfide degli enti locali nel perseguire gli obiettivi di sostenibilità energetica.

Lanciato lo scorso febbraio durante una conferenza stampa partecipata dagli Assessori regionali competenti, il Local Energy Board (LEB) delle Marche ha avviato  ufficialmente le proprie attività come tavolo territoriale per la promozione della sostenibilità energetica. Martedì 14 marzo 2017 SVIM, Regione Marche e un’ampia rappresentanza dei Comuni membri del LEB si sono incontrati in riunione plenaria per valutare insieme le principali problematiche che il territorio delle Marche deve affrontare per rispondere in maniera efficace agli obiettivi europei per l'energia e il clima.

I lavori sono stati introdotti dall’Amministratore Unico di Sviluppo Marche, Gianluca Carrabs, il quale ha salutato con soddisfazione l’avvio della positiva sinergia tra SVIM, Comuni e Regione Marche sulle sfide della sostenibilità. Ha inoltre ribadito il costante impegno di SVIM nell’attuazione delle politiche e piani regionali per l’energia, attraverso l’utilizzo dello strumento della progettazione europea, confermando un sempre maggior sostegno agli Enti locali nel percorso di adesione all’Iniziativa Europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Presente anche Luigino Peloni, dirigente della struttura Fonti Energetiche della Regione Marche, e il suo funzionario Katiuscia Grassi che ha seguito il processo di aggiornamento del PEAR ed ha sottolineato l’importanza del processo di consultazione avviato dal Local Energy Board, auspicandone un ruolo di strumento di consultazione nell’ambito dello stesso PEAR ed in particolare del futuro Comitato di Coordinamento per la sua attuazione.

Durante l’incontro sono stati presentati i primi risultati raccolti attraverso i questionari per la valutazione del fabbisogno di competenze dei Comuni nella pianificazione energetica. Si tratta di un’indagine mirata ad individuare punti di forza e debolezza che caratterizzano strutture e staff degli Enti locali rispetto alle tematiche legate all’energia. In base alle informazioni raccolte verrà sviluppato uno specifico programma di capacity building per gli Enti marchigiani.

Inizialmente costituito dai Comuni già impegnati nell’iniziativa del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia - Ancona, Appignano, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Monte Giberto, Offida, Pesaro, Pollenza, San Benedetto del Tronto, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino - il Local Energy Board delle Marche conta ora ulteriori membri che  hanno risposto alla manifestazione di  interesse lanciata da SVIM. Si tratta dei Comuni di Altidona, Campofilone, Fano e San Severino Marche, che grazie al progetto EMPOWERING saranno accompagnati nello sviluppo dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima. Inoltre, i Comuni di Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Maiolati Spontini, Mergo, Montecarotto, Monte Roberto, Poggio San Marcello, Rosora, Serra San Quirico, Staffolo che grazie al supporto di CIS Srl (Consorzio Intercomunale Servizi), avvieranno la sperimentazione di un Piano congiunto per l’intera area ( joint secap ).

Ancona, 16 marzo 2017

In allegato il comunicato stampa completo dell’evento.

 

DSCN13443002   DSCN13448002 

 

Pubblicato in Notizie

Si è tenuta il 13 febbraio 2017 la conferenza stampa congiunta dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT durante la quale Regione e Comuni marchigiani hanno rinnovato il loro impegno nei confronti dell’Iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e hanno dato avvio al Local Energy Board delle Marche. Presenti gli Assessori regionali Manuela Bora e Angelo Sciapichetti, il Presidente di ANCI Marche Maurizio Mangialardi e Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.

 

In qualità di Ambasciatrice del Patto dei Sindaci presso il Comitato delle Regioni, l’Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Bora ha confermato l’impegno della Regione nei confronti dell’iniziativa europea, sottolineando l’importanza di EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT nel sostenere la progettualità necessaria per affrontare a livello locale l’attuale sfida climatico-energetica. I due progetti sono strategici anche rispetto all’attuazione del Piano Energetico Ambientale della Regione Marche (PEAR 2020) - come ha rilevato l’Assessore all’Ambiente Sciapichetti - e i Comuni rivestono un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi fissati dal Piano in termini di risparmio ed efficienza energetica e uso di fonti rinnovabili. Il Presidente di ANCI Marche Mangialardi ha inoltre espresso l’auspicio di portare tutti i Comuni marchigiani ad aderire al Patto dei Sindaci, sottolineando l’importanza di coinvolgere anche le più piccole comunità.

Durante la conferenza stampa sono state presentate le adesioni al Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia sottoscritte nelle scorse settimane dai Comuni partner di LIFE SEC ADAPT: Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino. Con tale firma, le Amministrazioni si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, migliorando l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili, e ad accrescere la propria resilienza, adattandosi agli effetti del cambiamento climatico.

Gli stessi Comuni sono anche membri del Local Energy Board la cui costituzione è stata promossa dal progetto EMPOWERING e ufficialmente presentata durante la conferenza. Vi partecipano inoltre Appignano, Monte Giberto, Pollenza, San Benedetto del Tronto e altri in via di conferma. Al tavolo di lavoro siederanno anche Regione Marche e i principali stakeholder pubblici e privati del settore. L’obiettivo è favorire un processo di sviluppo condiviso dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima e l’individuazione di strategie efficaci per avviare investimenti nel settore energetico.

La Conferenza stampa è stata organizzata congiuntamente nell’ambito dei progetti coordinati da Sviluppo Marche EMPOWERING (Programma Horizon2020) e LIFE SEC ADAPT (Programma Life). I due progetti offrono al territorio marchigiano un’occasione importante per diventare leader di un modello di sviluppo che, nonostante le emergenze degli ultimi mesi, sappia ripartire proprio dagli obiettivi di sostenibilità.

In allegato il comunicato stampa dell’evento.

 

 

Pubblicato in Notizie

Lunedì 13 febbraio 2017 si terrà presso Regione Marche una conferenza stampa congiunta dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, entrambi coordinati da Sviluppo Marche (SVIM). Comuni, ANCI e Regione Marche si incontreranno per rinnovare l’impegno nei confronti dell’Iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e per dare avvio al Local Energy Board delle Marche.

Dodici Comuni - Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino- partecipano al progetto LIFE SEC ADAPT (Programma Life 2014-2020) e hanno aderito al nuovo Patto dei Sindaci, che integra sotto la stessa iniziativa gli obiettivi europei per il clima e l’energia 2030. Ma Sviluppo Marche punta a coinvolgere un territorio regionale sempre più vasto e lo fa anche grazie al progetto EMPOWERING (Programma Horizon 2020), che promuove un accrescimento delle competenze degli enti locali nella pianificazione energetica. Già confermato è il coinvolgimento di San Benedetto del Tronto, Appignano, Monte Giberto e Pollenza. Altri si aggiungeranno attraverso la manifestazione di interesse che SVIM sta raccogliendo in questi giorni.

Sviluppo Marche, Coordinatore dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, conferma il proprio ruolo di supporto, a livello regionale, del Patto dei Sindaci e amplia la cosiddetta SEC - Sustainable Energy Community (Comunità per l’Energia Sostenibile) delle Marche, proseguendo un lavoro ormai decennale in questo settore. I due progetti offrono al territorio marchigiano un’occasione importante per diventare leader di un modello di sviluppo che, nonostante le emergenze degli ultimi mesi, sappia ripartire proprio dagli obiettivi di sostenibilità. SVIM, insieme a Regione Marche, sarà a fianco dei Comuni per supportarli nel perseguire gli impegni del Patto.

Durante la conferenza stampa saranno presentate le adesioni al nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia sottoscritte dai Comuni nelle scorse settimane. Con tale firma, le Amministrazioni si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, migliorando l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili, e ad accrescere la propria resilienza, adattandosi agli effetti del cambiamento climatico.

L’incontro sarà inoltre occasione per lanciare la costituzione, nell’ambito del progetto EMPOWERING, del Local Energy Board delle Marche, un tavolo territoriale per le politiche energetiche sostenibili. Vi parteciperanno insieme Comuni, Regione, ma anche i principali stakeholder pubblici e privati dei settori legati all’energia, con l’obiettivo di favorire un processo di sviluppo condiviso dei Piani d’Azione per l’Energia e il Clima e l’individuazione di strategie efficaci per avviare investimenti nel settore energetico.

Alla Conferenza stampa saranno presenti i Sindaci e Assessori competenti dei Comuni coinvolti. Interverranno gli Assessori regionali Manuela Bora (Politiche Comunitarie) e Angelo Sciapichetti (Ambiente). Sarà inoltre presente il presidente ANCI Marche Maurizio Mangialardi.

La Conferenza stampa si terrà il 13 febbraio 2017, alle ore 12.30, presso la sede di Regione Marche di Palazzo Raffaello, sala Serrini.

In allegato il comunicato stampa dell’evento.

Pubblicato in Notizie

Sviluppo Marche Spa è partner coordinatore del progetto EMPOWERING - Empowering local public Authorities to build integrated sustainable energy strategies, finanziato dal Programma Europeo HORIZON 2020. EMPOWERING promuove la transizione di sei regioni europee (in Italia, Spagna, Romania, Croazia, Ungheria e Grecia) verso una società a bassa intensità di carbonio, migliorando le capacità di pianificazione delle autorità locali coinvolte ed affiancando le stesse nell’aggiornamento delle politiche e dei piani energetici sostenibili sviluppati nel contesto dell’iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Ogni regione del partenariato di progetto coinvolgerà Enti locali e stakeholder pubblici e privati nelle attività sopra menzionate attraverso la costituzione di un Local Energy Board (LEB), ossia un “tavolo di lavoro locale” che accompagnerà l’intera attuazione del progetto. SVIM è attualmente impegnata nella costituzione del LEB della regione Marche. Vi parteciperanno policy-maker e funzionari pubblici dei Comuni che decideranno di aderire. Saranno inoltre coinvolti stakeholder pubblici e privati tra i più influenti nel settore dell’energia.

SVIM intende invitare le amministrazioni comunali della regione Marche a manifestare il proprio interesse a diventare membri del Local Energy Board delle Marche, a partecipare a sessioni di capacity building mirate a qualificare le competenze delle risorse umane interne dedicate al settore energetico/ambientale, e ad intraprendere un percorso partecipativo di pianificazione energetica finalizzato alla redazione di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima.

Gli Enti sono invitati a manifestare il proprio interesse entro e non oltre il giorno 14 febbraio 2017.

In allegato il testo completo dell’avviso e il modulo di adesione alla manifestazione di interesse (ALLEGATO A)

Pubblicato in Notizie

Oggi (12 maggio) si è tenuto a Palazzo Leopardi il meeting internazionale per il lancio del progetto europeo coordinato da Svim – agenzia per lo sviluppo della Regione Marche e finanziato dall’Unione Europea. L’obiettivo, migliorare l’efficientamento e la sostenibilità dei piani energetici locali. Numerosi Comuni marchigiani tra i beneficiari dell’iniziativa.


Aiutare le autorità locali nell’individuazione e nell’implementazione di nuove strategie volte a migliorare l’efficientamento dei propri piani energetici muovendosi nella direzione del risparmio, delle fonti rinnovabili e dello sviluppo sostenibile. Questo l’ambizioso obiettivo del progetto europeo Empowering, vincitore di un bando Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione e che vede in veste di coordinatore Svim, l’agenzia per lo sviluppo della Regione Marche, che ha preso il via ad Ancona con un incontro a cui hanno preso parte tutti i partner internazionali coinvolti.
Il meeting è stato aperto dai saluti del presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi e dell’Assessore all’Ambiente della Regione Marche Angelo Sciapichetti, che nel corso del suo intervento ha voluto rimarcare come «la nostra regione abbia intrapreso con convinzione da tempo la strada di uno sviluppo energetico sostenibile, e il lancio oggi di questo importante progetto ne è la riprova. L’Unione Europea ha messo questo tema in cima alla sua agenda, mettendo il suo sostegno economico a disposizione delle autorità locali: occorre dunque essere ricettivi e farsi trovare pronti, e per fare questo è di fondamentale importanza il contributo portato da Svim, data la sua competenza ed esperienza acquisite nel campo dell’europrogettazizone».
Nato dall’esperienza pluriennale maturata nell’ambito del partenariato tra le regioni europee coinvolte nello sviluppo di politiche energetiche sostenibili e nel sostegno alle municipalità nella stesura di piani energetici locali, il progetto Empowering vede collaborare al suo interno realtà provenienti da ben sette paesi europei: Spagna, Romania, Svezia, Croazia, Ungheria, Grecia e Italia, rappresentata proprio dalle Marche, a cui sono stati destinati circa 350mila euro dei 1,5 milioni di fondi messi a disposizione dall’Unione Europea. Beneficiari diretti del progetto saranno i numerosi Comuni marchigiani che hanno aderito, o che si apprestano a farlo, all’iniziativa del Patto dei Sindaci per il clima e l’energia promossa da Bruxelles.
Empowering, che si concluderà nel 2019, porta dunque avanti il cammino già intrapreso da Svim con il programma City Sec, incentrato sulla riduzione delle emissioni di CO2 e sul risparmio energetico, che ha dato luogo nelle Marche ad una comunità virtuosa di cui fanno parte 68 Comuni per un totale di oltre 800mila abitanti.

Pubblicato in Notizie

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, l’ambiente fisico e sociale è un fattore determinante affinchè le persone possano rimanere in salute, indipendenti ed automone quando si apprestano a divenire anziane. Creare ambienti di vita favorevoli è pertanto una delle migliori e più efficaci modalità per rispondere al cambiamento demografico. A supporto di questo approccio, è stato creato il network tematico AFE – INNOVNET nell’ambito del Programma europeo ICT PSP CIP.
L'obiettivo generale del network tematico AFE-INNOVNET è quello di:

  • mobilitare una vasta gamma di enti locali e regionali e altri soggetti interessati - industrie, centri di ricerca, università, organizzazioni rappresentanti della società civile - per collegare e reciprocamente beneficiare delle rispettive esperienze, lavorando insieme per promuovere iniziative in tutta Europa relative agli ambienti a misura dell’anziano;
  • sviluppare metodologie per aiutare le autorità locali e regionali a valutare l'impatto socio-economico degli ambienti a misura dell’anziano e i benefici derivanti dal coinvolgimento delle persone anziane nella co-produzione di soluzioni a supporto di tale tipologia di ambienti;
  • sviluppare un riposizionamento delle pratiche più rilevanti e replicabili in soluzioni innovative per ambienti a misura dell’anziano insieme alle evidenze socio-economico che ciò comporta;
  • lanciare un Patto europeo sul cambiamento demografico per creare il quadro politico e tecnico necessario per riunire in una struttura più formale e di lungo termine gli enti locali e regionali - ed altre parti interessate - di tutta Europa, utilizzando il modello del Patto dei Sindaci esistente per l’energia sostenibile.

Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito http://www.afeinnovnet.eu/

Pubblicato in Notizie

Nell’ambito delle attività del Progetto Alterenergy, nel quadro dell’adesione al Patto dei Sindaci e l’adozione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) i Comuni di Santa Maria nuova e San Paolo di Jesi sono impegnati nell’attuazione di un percorso virtuoso di sostenibilità ambientale e ottimizzazione dell’uso di fonti energetiche con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e del territorio comunale, incentivando anche nuove forme di cooperazione economica e sociale.

In questo quadro si avvia nel mese di gennaio 2015 un percorso volto a verificare la possibilità di attivare un Gruppo di Acquisto Energia finalizzato a coinvolgere e supportare i cittadini e le famiglie del territorio comunale di nella scelta, acquisto e installazione di impianti termici e/o altre tecnologie e apparecchiature di efficienza energetica a servizio della propria abitazione.

Un Gruppo d’Acquisto si basa sulla consapevolezza che è possibile rendere più concorrenziali qualità e prezzo di impianti e apparecchiature energetiche (es: impianti fotovoltaici, impianti termici...) agendo in modo collettivo e promuovendo una rete di condivisione e collaborazione tra utenti finali ed esperti.

Il percorso verrà avviato attraverso una prima sessione di incontri rivolti agli stakeholders territoriali ed alla cittadinanza dei comuni coinvolti e dei territori interessati che si terranno il 29 e 30 gennaio 2015.

Le agende degli eventi sono disponibili in allegato.

 


Territorial Policies, Sustainability, Innovation and Cooperation Area 

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 23 Ottobre 2014 00:00

Alterenergy

Il progetto ALTERENERGY  contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di politica energetica europei promuovendo lo sviluppo di una comunità Adriatica sostenibile.

Cerca Progetti