immagine bg interna

Von einer Arthrose in Hüfte oder auch Hüftgelenksarthrose spricht man, wenn das Hüftgelenk durch Abnutzung geschädigt oder zerstört ist.

Sie ist die häufigste Arthrose Form beim Menschen überhaupt. Neben diesem „normalen Hüftgelenksverschleiß“ ohne erkennbaren Auslöser gibt es verschiedenen Ursachen, die zu einer frühzeitigen Arthrose in Hüfte führen wie z.B. Übergewicht, Vorverletzungen, Vorerkrankungen oder eben altersbedingter Verschleiß. Entstehung einer Arthrose in Hüfte Meistens liegt ein Verschleiß oder ein Knorpelschaden anfangs zu Grunde und pastiglie per dimagrire. Im Laufe der Zeit kommt es dann an den Stellen wo die größte Druckbelastung auftritt, zu einer Freilegung der Knochenfläche. Die Knorpelschicht wird im Laufe der Zeit abgerieben und von Mal zu Mal dünner.

Sobald der Knochen an einer Stelle freigelegt ist, versucht er dem Schaden mit einer Verdichtung entgegenzutreten. Dadurch wird es aber noch schlimmer, das Gelenk verformt sich. Einmal beschädigt verbreitert sich die beschädigte Stelle schneller. Es kommt immer mehr zu Gelenkschmerzen, zu einer Einschränkung der Beweglichkeit. Das Gelenk wird steifer pastiglie per dimagrire.

Risultati della ricerca per: Comuni

Lo scorso 18 maggio 2017 i Comuni del Local Energy Board delle Marche si sono incontrati per condividere quanto appreso durante il seminario transnazionale sulla pianificazione energetica organizzato dal progetto EMPOWERING ad Atene.

Lo scambio transnazionale di buone pratiche è uno degli strumenti promossi dal progetto EMPOWERING per rafforzare conoscenze e competenze dei Comuni verso una maggiore sostenibilità energetica. Il seminario transnazionale tenutosi ad Atene lo scorso 4 aprile è stata la prima tappa di questo percorso. Per le Marche erano presenti l’arch. Pier D. Pierandrei (Comune di San Severino Marche), l’ing. Luca Giulietti (CIS S.r.l., consorzio tra dodici Comuni dell’area dell’Esino) e l’ing. Paolo Leccesi (Comune di Ascoli Piceno).

Durante la riunione del Local Energy Board del 18 maggio 2017, i tre delegati hanno proposto una sintesi ragionata delle cinque buone pratiche oggetto del seminario di Atene:

- il progetto Sinfonia e l’azione pilota di pianificazione energetica di un intero quartiere di Bolzano, ha come punti chiave una ben strutturata rete di partner a livello locale e una strategia integrata che punta a generare benefici in termini di posti di lavoro e maggiore qualità della vita;
- Ghent (Belgio), “Climate Neutral City”, ci insegna come l’inarrestabile processo di urbanizzazione possa essere un’opportunità per adottare criteri migliorativi rispetto all’ambiente, all’uso del suolo, alle fonti di energia;
- Växjö (Svezia), “la città più verde d’Europa”, che si è posta il forte obbiettivo politico di liberarsi dai combustibili fossili entro il 2030, indica tra i fattori di successo chiave la collaborazione tra forze politiche, l’individuazione di obiettivi di lungo termine misurabili, la collaborazione tra stakeholder;
- i casi di Energy Performance Contract (EPC) nella regione di Auvergne-Rhône-Alpes (Francia) rappresentano un modello potenzialmente applicabile anche alle Marche, che sfrutta la collaborazione tra comuni di piccole dimensioni per avviare investimenti di larga scala altrimenti irrealizzabili;

I membri del LEB hanno quindi avuto modo di discutere assieme gli elementi sopra menzionati . Ne sono emersi alcuni spunti di riflessione per il territorio delle Marche: l’importanza dell’integrazione progettuale tra più ambiti (sociale, economico, ambientale); il ruolo fondamentale degli abitanti come shareholder in nuovi metodi di produzione e condivisione dell’energia; l’importanza di adottare obiettivi di lungo termine misurabili. E soprattutto, l’importanza di fare rete, all’interno dei propri confini comunali, tra stakeholder locali, ma anche con una visione più ampia, capace di interpretare in maniera organica il rapporto tra Enti locali, quasi come all’interno di una struttura “metropolitana”.

La prossima tappa del percorso di scambio transnazionale accompagnerà tre ulteriori rappresentanti del LEB delle Marche in una visita studio a Malmö, città della Svezia che da oltre 10 anni porta avanti un approccio olistico allo sviluppo sostenibile. Avranno modo di conoscere più da vicino esempi innovativi di mobilità sostenibile, strategie efficaci per pianificare nuovi quartieri sostenuti al 100% da energia pulita. Potranno inoltre conoscere forme di collaborazione tra autorità locali nel perseguire obiettivi per l’adattamento climatico e la sostenibilità energetica, come il network “Klimatkommunerna”.

In allegato il comunicato stampa completo dell’evento e le presentazioni.

Pubblicato in Notizie

Il giorno 24 maggio 2017 si terrà ad Urbino, presso l’Aula Magna di Palazzo Battiferri, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, il forum “Obiettivo 2030: Patto dei Sindaci per il clima e l’energia” -  Strategie, finanziamenti, buone pratiche.

L'evento è realizzato da Sviluppo Marche, in collaborazione con Regione Marche, l’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, Anci Marche e Fondazione UniVerde.

Il forum ha l’obiettivo di promuovere la più ampia adesione dei Comuni delle Marche all’iniziativa europea “Patto dei Sindaci per il clima e l’energia”, beneficiando della condivisione di esperienze e conoscenze a livello europeo tra autorità locali e regionali.

_____________________________

 

Forum “Targets 2030: Covenant of Mayors for Climate and Energy - Strategies, financing, best practices”

SVIM, in cooperation with Marche Region, University of  Urbino, ANCI – National Association of Italian Municipalities and UniVerde Foundation, is organizing the event “Targets 2030: Covenant of Mayors for Climate and Energy - Strategies, financing, best practices, which will be held in Urbino - Aula Magna of Palazzo Battiferri – University of Urbino “Carlo Bo”, via Saffi 42, next May 24th.

The event aims to promote the adhesion of Local Authorities to the Covenant of Mayors for Climate and Energy. During the event, best practices and experiences at European level will be presented and shared among local and regional authorities.

Pubblicato in Notizie

Si informa che nella sezione “Bandi e avvisi/Acquisizione di beni e servizi” è pubblicato un avviso pubblico relativo ad un'indagine di mercato per l’individuazione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento di servizi di comunicazione e disseminazione di progetto e produzione materiale audiovisivo.

Pubblicato in Notizie

LIFE SEC ADAPT - Avvio indagine di mercato per l’individuazione di operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento di servizi di comunicazione e disseminazione di progetto e produzione materiale audiovisivo

Scadenza: 12 maggio 2017

Si è svolto ad Atene lo scorso 4 aprile 2017 il primo “Transnational Seminar” del progetto EMPOWERING. L’incontro era dedicato al confronto tra le autorità locali delle regioni coinvolte e alcune tra le “best pratice” a livello europeo nel settore della pianificazione energetica.

Sviluppo Marche Spa, coordinatore del progetto EMPOWERING, ha accompagnato ad Atene l’ing. Paolo Leccesi (Comune di Ascoli Piceno), l’ing. Luca Giulietti (CIS srl, consorzio tra dodici Comuni dell’area dell’Esino) e l’arch. Pier D. Pierandrei (Comune di San Severino Marche). Hanno partecipato all’incontro in rappresentanza dei 31 Comuni che aderiscono al Local Energy Board delle Marche, il tavolo territoriale promosso da EMPOWERING per favorire lo sviluppo e l’attuazione di politiche e piani d’azione per l’energia sostenibile. Ai rappresentanti delle autorità locali è stato chiesto di presentarsi, raccontando le proprie esperienze ed evidenziando gli aspetti più critici da loro affrontati nella promozione e realizzazione di misure per la sostenibilità energetica.

Pier Pierandrei, per il gruppo italiano, ha offerto una breve presentazione. Ha descritto la situazione dei Comuni marchigiani, mettendo in evidenza le particolarità del territorio, la necessità di tener conto del vasto patrimonio culturale negli interventi di efficienza energetica, ma anche la grave situazione prodotta dal terremoto, che impone la necessità di ricostruire, ma allo stesso tempo offre un’opportunità per rivedere regolamenti edilizi e definire specifici protocolli che incentivino una maggiore sostenibilità energetica. Sono stati menzionati anche alcuni progetti realizzati o in avvio: per San Severino Marche è stato riportato l’esempio della Smart Grid realizzata da ASSEM; per Ascoli Piceno sono stati citati i vari progetti inerenti l’illuminazione pubblica e la mobilità sostenibile; mentre per il gruppo dei Comuni del CIS è stato menzionato il progetto pilota per la realizzazione un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima congiunto.

La seconda parte del seminario è stata dedicata alla presentazione di quattro best practice individuate dai partner di progetto come particolarmente significative a livello europeo e di primario interesse per i Comuni delle proprie regioni:

-         il progetto Sinfonia (programma Europeo FP7) e il progetto pilota di pianificazione energetica di un intero quartiere di Bolzano, presentato da Daniele Vettorato dell’Accademia Europea di Bolzano;

-         il caso della città di Växjö (Svezia) “la città più verde d’Europa”, con le varie iniziative avviate dalla Municipalità per favorire uno sviluppo urbano sostenibile, presentato da Henrik Johansson, coordinatore ambientale del Comune di Växjö;

-         le esperienze di EPC-Energy Performance Contract per interventi di efficientamento energetico di edifici pubblici sviluppati nella regione di Auvergne-Rhône-Alpes (Francia), presentati da Laurent Chanussot, Rhônalpénergie Environnement;

-         il caso della città di Ghent (Belgio) “Climate Neutral City”, presentato da Jorn Verbeeck, direttore dell’Agenzia per l’Ambiente e il Clima del Comune di Ghent.

La sessione finale del seminario, dedicata alla discussione tra partecipanti e presentatori, ha permesso un confronto diretto tra le problematiche individuate dai Comuni presenti e le soluzioni che esperienze avanzate come quelle sopra menzionate possono suggerire. Si è discusso ad esempio di quali competenze siano necessarie per realizzare iniziative di successo, ma anche come ottenere consenso e accettazione delle misure da parte di tutti i livelli di stakeholder. E’ emersa l’importanza di privilegiare inizialmente progetti che abbiano grande visibilità, ma anche come sia fondamentale una buona pianificazione e l’importanza di inserire le proprie misure in una strategia ben chiara fin dall’inizio.

 

In allegato il comunicato stampa completo dell’evento.

 

IMG 0840   IMG 0827

Pubblicato in Notizie

SVIM, Regione e i Comuni del Local Energy Board delle Marche si sono incontrati il 14 marzo ad Ancona per discutere quali siano le principali sfide degli enti locali nel perseguire gli obiettivi di sostenibilità energetica.

Lanciato lo scorso febbraio durante una conferenza stampa partecipata dagli Assessori regionali competenti, il Local Energy Board (LEB) delle Marche ha avviato  ufficialmente le proprie attività come tavolo territoriale per la promozione della sostenibilità energetica. Martedì 14 marzo 2017 SVIM, Regione Marche e un’ampia rappresentanza dei Comuni membri del LEB si sono incontrati in riunione plenaria per valutare insieme le principali problematiche che il territorio delle Marche deve affrontare per rispondere in maniera efficace agli obiettivi europei per l'energia e il clima.

I lavori sono stati introdotti dall’Amministratore Unico di Sviluppo Marche, Gianluca Carrabs, il quale ha salutato con soddisfazione l’avvio della positiva sinergia tra SVIM, Comuni e Regione Marche sulle sfide della sostenibilità. Ha inoltre ribadito il costante impegno di SVIM nell’attuazione delle politiche e piani regionali per l’energia, attraverso l’utilizzo dello strumento della progettazione europea, confermando un sempre maggior sostegno agli Enti locali nel percorso di adesione all’Iniziativa Europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Presente anche Luigino Peloni, dirigente della struttura Fonti Energetiche della Regione Marche, e il suo funzionario Katiuscia Grassi che ha seguito il processo di aggiornamento del PEAR ed ha sottolineato l’importanza del processo di consultazione avviato dal Local Energy Board, auspicandone un ruolo di strumento di consultazione nell’ambito dello stesso PEAR ed in particolare del futuro Comitato di Coordinamento per la sua attuazione.

Durante l’incontro sono stati presentati i primi risultati raccolti attraverso i questionari per la valutazione del fabbisogno di competenze dei Comuni nella pianificazione energetica. Si tratta di un’indagine mirata ad individuare punti di forza e debolezza che caratterizzano strutture e staff degli Enti locali rispetto alle tematiche legate all’energia. In base alle informazioni raccolte verrà sviluppato uno specifico programma di capacity building per gli Enti marchigiani.

Inizialmente costituito dai Comuni già impegnati nell’iniziativa del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia - Ancona, Appignano, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Monte Giberto, Offida, Pesaro, Pollenza, San Benedetto del Tronto, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino - il Local Energy Board delle Marche conta ora ulteriori membri che  hanno risposto alla manifestazione di  interesse lanciata da SVIM. Si tratta dei Comuni di Altidona, Campofilone, Fano e San Severino Marche, che grazie al progetto EMPOWERING saranno accompagnati nello sviluppo dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima. Inoltre, i Comuni di Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Maiolati Spontini, Mergo, Montecarotto, Monte Roberto, Poggio San Marcello, Rosora, Serra San Quirico, Staffolo che grazie al supporto di CIS Srl (Consorzio Intercomunale Servizi), avvieranno la sperimentazione di un Piano congiunto per l’intera area ( joint secap ).

Ancona, 16 marzo 2017

In allegato il comunicato stampa completo dell’evento.

 

DSCN13443002   DSCN13448002 

 

Pubblicato in Notizie

Si è tenuta il 13 febbraio 2017 la conferenza stampa congiunta dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT durante la quale Regione e Comuni marchigiani hanno rinnovato il loro impegno nei confronti dell’Iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e hanno dato avvio al Local Energy Board delle Marche. Presenti gli Assessori regionali Manuela Bora e Angelo Sciapichetti, il Presidente di ANCI Marche Maurizio Mangialardi e Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.

In qualità di Ambasciatrice del Patto dei Sindaci presso il Comitato delle Regioni, l’Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Bora ha confermato l’impegno della Regione nei confronti dell’iniziativa europea, sottolineando l’importanza di EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT nel sostenere la progettualità necessaria per affrontare a livello locale l’attuale sfida climatico-energetica.  I due progetti sono strategici anche rispetto all’attuazione del Piano Energetico Ambientale della Regione Marche (PEAR 2020)  - come ha rilevato l’Assessore all’Ambiente Sciapichetti  - e i Comuni rivestono un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi fissati dal Piano in termini di risparmio ed efficienza energetica e uso di fonti rinnovabili. Il Presidente di ANCI Marche Mangialardi ha inoltre espresso l’auspicio di portare tutti i Comuni marchigiani ad aderire al Patto dei Sindaci, sottolineando l’importanza di coinvolgere anche le più piccole comunità.


Durante la conferenza stampa sono state presentate le adesioni al Nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia sottoscritte nelle scorse settimane dai Comuni partner di LIFE SEC ADAPT: Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino. Con tale firma, le Amministrazioni si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, migliorando l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili, e ad accrescere la propria resilienza, adattandosi agli effetti del cambiamento climatico.


Gli stessi Comuni sono anche membri del Local Energy Board la cui costituzione è stata promossa dal progetto EMPOWERING e ufficialmente presentata durante la conferenza. Vi partecipano inoltre Appignano, Monte Giberto, Pollenza, San Benedetto del Tronto e altri in via di conferma. Al tavolo di lavoro siederanno anche Regione Marche e i principali stakeholder pubblici e privati del settore. L’obiettivo è favorire un processo di sviluppo condiviso dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima  e l’individuazione di strategie efficaci per avviare investimenti nel settore energetico.


La Conferenza stampa è stata organizzata congiuntamente nell’ambito dei progetti coordinati da Sviluppo Marche EMPOWERING (Programma Horizon2020) e LIFE SEC ADAPT (Programma Life).  I due progetti offrono al territorio marchigiano un’occasione importante per diventare leader di un modello di sviluppo che, nonostante le emergenze degli ultimi mesi, sappia ripartire proprio dagli obiettivi di sostenibilità.

In allegato il comunicato stampa dell’evento.

 

 

 

Pubblicato in Notizie

Lunedì 13 febbraio 2017 si terrà presso Regione Marche una conferenza stampa congiunta dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, entrambi coordinati da Sviluppo Marche (SVIM). Comuni, ANCI e Regione Marche si incontreranno per rinnovare l’impegno nei confronti dell’Iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e per dare avvio al Local Energy Board delle Marche.

Dodici Comuni - Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia e Urbino- partecipano al progetto LIFE SEC ADAPT (Programma Life 2014-2020) e hanno aderito al nuovo Patto dei Sindaci, che integra sotto la stessa iniziativa gli obiettivi europei per il clima e l’energia 2030. Ma Sviluppo Marche punta a coinvolgere un territorio regionale sempre più vasto e lo fa anche grazie al progetto EMPOWERING (Programma Horizon 2020), che promuove un accrescimento delle competenze degli enti locali nella pianificazione energetica. Già confermato è il coinvolgimento di San Benedetto del Tronto, Appignano, Monte Giberto e Pollenza. Altri si aggiungeranno attraverso la manifestazione di interesse che SVIM sta raccogliendo in questi giorni.

Sviluppo Marche, Coordinatore dei progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, conferma il proprio ruolo di supporto, a livello regionale, del Patto dei Sindaci e amplia la cosiddetta SEC - Sustainable Energy Community (Comunità per l’Energia Sostenibile) delle Marche, proseguendo un lavoro ormai decennale in questo settore. I due progetti offrono al territorio marchigiano un’occasione importante per diventare leader di un modello di sviluppo che, nonostante le emergenze degli ultimi mesi, sappia ripartire proprio dagli obiettivi di sostenibilità. SVIM, insieme a Regione Marche, sarà a fianco dei Comuni per supportarli nel perseguire gli impegni del Patto.

Durante la conferenza stampa saranno presentate le adesioni al nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia sottoscritte dai Comuni nelle scorse settimane. Con tale firma, le Amministrazioni si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, migliorando l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili, e ad accrescere la propria resilienza, adattandosi agli effetti del cambiamento climatico.

L’incontro sarà inoltre occasione per lanciare la costituzione, nell’ambito del progetto EMPOWERING, del Local Energy Board delle Marche, un tavolo territoriale per le politiche energetiche sostenibili. Vi parteciperanno insieme Comuni, Regione, ma anche i principali stakeholder pubblici e privati dei settori legati all’energia, con l’obiettivo di favorire un processo di sviluppo condiviso dei Piani d’Azione per l’Energia e il Clima e l’individuazione di strategie efficaci per avviare investimenti nel settore energetico.

Alla Conferenza stampa saranno presenti i Sindaci e Assessori competenti dei Comuni coinvolti. Interverranno gli Assessori regionali Manuela Bora (Politiche Comunitarie) e Angelo Sciapichetti (Ambiente). Sarà inoltre presente il presidente ANCI Marche Maurizio Mangialardi.

La Conferenza stampa si terrà il 13 febbraio 2017, alle ore 12.30, presso la sede di Regione Marche di Palazzo Raffaello, sala Serrini.

In allegato il comunicato stampa dell’evento.

Pubblicato in Notizie

Si comunica che con Determinazione dell’Amministratore Unico n. 3 del 27.01.2017 sono stati approvati il verbale e la graduatoria finale della selezione comparativa pubblica, per titoli e colloquio, finalizzata al conferimento di n. 2 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per l’attuazione di attività afferenti i progetti “Assistenza Tecnica - Affiancamento e supporto scientifico, metodologico e organizzativo - Programmazione, attuazione, gestione delle Misure del POR FESR 2014-2020”.

In allegato la comunicazione relativa all'esito della selezione.

Pubblicato in Notizie

Sviluppo Marche Spa è partner coordinatore del progetto EMPOWERING - Empowering local public Authorities to build integrated sustainable energy strategies, finanziato dal Programma Europeo HORIZON 2020. EMPOWERING promuove la transizione di sei regioni europee (in Italia, Spagna, Romania, Croazia, Ungheria e Grecia) verso una società a bassa intensità di carbonio, migliorando le capacità di pianificazione delle autorità locali coinvolte ed affiancando le stesse nell’aggiornamento delle politiche e dei piani energetici sostenibili sviluppati nel contesto dell’iniziativa europea del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Ogni regione del partenariato di progetto coinvolgerà Enti locali e stakeholder pubblici e privati nelle attività sopra menzionate attraverso la costituzione di un Local Energy Board (LEB), ossia un “tavolo di lavoro locale” che accompagnerà l’intera attuazione del progetto. SVIM è attualmente impegnata nella costituzione del LEB della regione Marche. Vi parteciperanno policy-maker e funzionari pubblici dei Comuni che decideranno di aderire. Saranno inoltre coinvolti stakeholder pubblici e privati tra i più influenti nel settore dell’energia.

SVIM intende invitare le amministrazioni comunali della regione Marche a manifestare il proprio interesse a diventare membri del Local Energy Board delle Marche, a partecipare a sessioni di capacity building mirate a qualificare le competenze delle risorse umane interne dedicate al settore energetico/ambientale, e ad intraprendere un percorso partecipativo di pianificazione energetica finalizzato alla redazione di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima.

Gli Enti sono invitati a manifestare il proprio interesse entro e non oltre il giorno 14 febbraio 2017.

In allegato il testo completo dell’avviso e il modulo di adesione alla manifestazione di interesse (ALLEGATO A)

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 7

Cerca Progetti